Fornitura gas metano ed energia elettrica
 
Accertamenti della sicurezza post contatore

Con la Delibera 40/2014/R/gas e successive modifiche ed integrazioni l'Autorità per l'Energia Elettrica il Gas e il Servizio Idrico ha approvato le nuove disposizioni in materia di accertamenti della sicurezza degli impianti di utenza a gas e ha disciplinato gli accertamenti necessari per gli impianti di utenza gas modificati o trasformati.
Oggetto della delibera sono tutti gli impianti di utenza alimentati a gas per mezzo di reti canalizzate per uso non tecnologico (riscaldamento, cottura cibi, condizionamento, produzione di acqua calda sanitaria), fermo restando quanto previsto da altre leggi e norme tecniche vigenti.
La delibera 40/2014/R/gas entra in vigore il 1° luglio 2014 sostituendo la n. 40/04 con i suoi allegati A, B, C, D, E, F, G, H, I.
Dalla stessa data saranno soggetti ad accertamento documentale, prima della loro attivazione, anche gli impianti modificati o trasformati, in quanto equiparati a nuovi impianti. Più precisamente si dovrà effettuare l'accertamento documentale a richieste di:

  • attivazione o riattivazione della fornitura di gas a impianti di utenza trasformati;
  • attivazione della fornitura di GPL a impianti di utenza precedentemente alimentati
    a GPL non da rete canalizzata di distribuzione;
  • riattivazione della fornitura a seguito di sospensione per spostamento del
    misuratore su richiesta del cliente finale o per disposizione motivata dell’impresa
    di distribuzione;
  • riattivazione della fornitura a seguito di sospensione per cambio di misuratore su
    richiesta del cliente finale per variazione della portata termica complessiva
    dell’impianto;
  • riattivazione della fornitura a seguito di sospensione su richiesta del cliente finale
    per lavori di ampliamento o manutenzione straordinaria dell’impianto.

Per approfondire i contenuti normativi è possibile visitare il sito www.autorita.energia.it
Per una puntuale attuazione della delibera 40/2014/R/gas sarà possibile consultare il sito del Comitato Italiano Gas (www.cig.it), da cui si potrà consultare il documento "LINEE GUIDA CIG n.11" e eventualmente scaricare i moduli “Rapporto Tecnico di Compatibilità” e “Dichiarazione del Progettista”, relativamente al rispetto della legislazione antincendio.

 

Attivazione/Riattivazione della fornitura di gas per un impianto nuovo, trasformato o modificato

L'accertamento è di competenza della società di distribuzione. La stessa darà inizio all'erogazione del gas previo esito positivo dell'accertamento di conformità della documentazione di sicurezza, che dovrà attestare l'adeguatezza dell'impianto alle vigenti disposizioni. Qui di seguito si riporta la necessaria documentazione con le relative indicazioni per una corretta attivazione della fornitura e la modulistica da compilare e consegnare al distributore.

  • Allegato F/40: informativa per richieste di preventivazione di lavori pervenute al venditore a partire dal 1° luglio 2014.
  • Allegato G/40: informativa da trasmettere al cliente finale per la richiesta di attivazione/riattivazione della fornitura a partire dal 1° luglio 2014.
  • Allegato H/40: modulo di richiesta di attivazione/riattivazione della fornitura di gas a cura del cliente che deve completare le informazioni richieste nel modulo, firmarlo e consegnarlo al distributore.
  • Allegato I/40: attestazione di corretta esecuzione dell’impianto a cura dell'installatore che lo restituirà compilato, con apposti timbro e firma contestualmente ai relativi allegati tecnici obbligatori.
 

Dal Lunedì al Venerdì
dalle 8:30 alle 12:30 e
dalle 14:30 alle 17:30 

servizio a domicilio